Come comportarsi con i figli quando le emozioni prendono il sopravvento?

Come comportarsi con i figli quando le emozioni prendono il sopravvento?

Molti genitori vogliono insegnare ai propri figli a trattare efficacemente i problemi, e a stringere con le altre persone relazioni forti e sane. Ma spesso tra il voler fare la cosa giusta per i propri figli e avere davvero le risorse per farlo c’ è una netta differenza.

Come ci insegna la scienza per essere buoni genitori l’intelligenza, da sola, non basta. Essere bravi genitori oggi, significa soprattutto essere soggetti in grado di comprendere e accettare le emozioni degli altri, in questo caso dei propri figli.

Cosa dicono gli studi?

Diversi studi hanno dimostrato che non è il Qi che determina i successi o la felicità nella vita, ma sono la consapevolezza emotiva e la capacità di padroneggiare i sentimenti.

Per i genitori, questa “intelligenza emotiva”, come ormai viene definita da molti, significa essere consapevoli delle emozioni dei propri figli, essere in grado di empatizzare con loro, di rasserenarli e di guidarli

J. Gottman

I figli, infatti, prendendo esempio dai comportamenti dei genitori imparano così a controllare i propri impulsi, rimandarne il soddisfacimento, trovano motivazioni se stessi, i messaggi emozionali che provengono dalle altre persone, e affrontare così le difficoltà che si presentano nella vita.

La vita familiare è la prima scuola nella quale apprendiamo insegnamenti riguardanti la vita emotiva

Daniel Goleman, psicologo e autore di Intelligenza emotiva

Allenatori emotivi

Secondo gli psicologi John Gottman e Joan Declaire i genitori che si sono fatti coinvolgere nei sentimenti dei figli vengono chiamati «allenatori emotivi», «genitori-allenatori».

Questa tipologia di genitori non si oppone alle manifestazioni di rabbia, tristezza o paura dei loro figli. Ma neppure le ignorano. Essi, infatti accettano le emozioni negative come una parte della vita, e grazie a questi momenti di forte” impatto emozionale” creano opportunità per impartire lezioni di vita e costruire relazioni sempre più strette con i figli.

Studi svolti da Gottman e Declaire su famiglie che hanno applicato l’allenamento emotivo con costanza mostrano che: “i figli, godono di una migliore salute fisica, e raggiungono a scuola risultati superiori rispetto ai figli dei genitori che non offrono una guida del genere. Questi soggetti hanno rapporti migliori con gli amici, minori problemi comportamentali e sono meno soggetti a reazioni violente. Ma, soprattutto, gli individui emotivamente allenati sperimentano un numero minore di sensazioni negative e maggiore di sensazioni positive.”

0 responses on "Come comportarsi con i figli quando le emozioni prendono il sopravvento?"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
© All rights reserved Beslab 2020. Powered by 4Digital
X
Vai alla barra degli strumenti