Ti spiego perché hai paura

Ti spiego perché hai paura

Oggi ti spiego perché hai paura: a molti di noi sarà capitato di provare quella “strana” sensazione di sudorazione, di avere la bocca secca, provare un po’ di tensione muscolare, oppure di  sentire inspiegabilmente i nostri “battiti del cuore” in forte accelerazione.

A volte queste reazioni diventano più fastidiose, eccessive, trasformandosi in sintomi gastrointestinali, mal di testa, nausea ecc..

Se ciò è avvenuto, tranquillo, stai solo sperimentando La PAURA.

Ma questo già lo saprai, vero?

Si perché, tutti noi, o quasi, abbiamo visto  e ammirato Inside Out. Nel cartone animato più esplicativo delle emozioni umane si fa riferimento a PAURA come colui che è “molto bravo a tenere Riley al sicuro”.

Già ma come è possibile questo? Come è possibile che un’ emozione così intensa, che spesso provoca un dolore non solo fisico ma anche psicologico, può addirittura SALVARCI?

La PAURA è l’ emozione che si accompagna alla percezione di un pericolo, alla minaccia di un danno e impone al nostro corpo di prepararsi ad una situazione di emergenza. Senza questo cambiamenti, saremmo del tutto impreparati al pericolo che dobbiamo affrontare.

La reazione fisica non è l’unica che si manifesta durante la sperimentazione della PAURA, anche la nostra mente “Vive” la nostra esperienza e risponde agli stimoli pericolosi.

Come avviene questa risposta?

Semplice! Quando proviamo paura, molto spesso tendiamo a cambiare il nostro modo di pensare, e il “nuovo” pensiero diventa predominante in quella situazione. Ad esempio quando stiamo vivendo un’ esperienza stressante, o siamo particolarmente bombardati da stimoli (esterni o interni) PAUROSI che generano nervosismo o apprensione, tendiamo a focalizzarci sul problema molto più a lungo, manifestando anche atteggiamenti simili all’irritabilità e alla frustrazione.

Come classifichiamo gli eventi che fanno paura?

Gli eventi che fanno paura spesso si classificano in tre fattori:

INTENSITA’: è la fase in cui il soggetto quantifica la gravità della minaccia;

TEMPISTICA: quando avverrà questa minaccia? Adesso? Dopo?

GESTIONE: cosa posso fare per ridurre o eliminare questa situazione ?

In queste settimane , ognuno di noi, si sarà trovato a rimbalzare frequentemente fra questi tre punti precedentemente elencati. Forse molti di noi saranno ancora “bloccati” tra il primo e il secondo punto.

Ci sentiamo esitanti, vorremmo urlare o allontanarci, prendere le distanze da tutto. Molti di noi sono arrivati addirittura a sostituire quella forte paura con un’ altra emozione, la RABBIA.

A livello evolutivo la nostra specie ha manifestato due modi diversi di reagire alla PAURA: la fuga o il combattimento.

Oggi non stiamo parlando né di scappare dal leone , né di cacciare una preda

La paura che viviamo oggi, è quella che ti impedisce di pensare ad altro, quella che rimane concentrata o incatenata alla minaccia e si accompagna ad una forte incapacità del soggetto di reagire.

Quello che puoi fare, però, è provare a viverla fino in fondo e mentre la vivi, ricordati anche che la nostra società ti ha abituato a  riconoscere questa emozione come negativa, tuttavia, la scienza , ha dimostrato che nessuna emozione può essere considerata tale, ma soprattutto diverse sono le azioni, i comportamenti che si possono mettere in atto quando hai PAURA.

Di solito il nostro modo di reagire dipende anche da come abbiamo imparato, nel corso della nostra vita, a far pronte ai pericoli.

MORE COMING SOON

Leggi anche:

0 responses on "Ti spiego perché hai paura"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
© All rights reserved Beslab 2020. Powered by 4Digital
X